Delibera del Parlamento Europeo:2012

Obbligo della contabilizzazione su tutto il territorio europeo entro 31 Dicembre 2016.

 

DPR 59:2009

Obbligo della contabilizzazione su tutto il territorio nazionale quando si sostituisce la caldaia.

 

Leggi Regionali: Regione Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna

Obbligo della termoregolazione e contabilizzazione del calore secondo quanto stabilito dalle norme attualmente in vigore (UNI 10200)

 

DLGS n. 102 del 4 luglio 2014

Obbligo della contabilizzazione su tutto il territorio nazionale entro 31 Dicembre 2016. Obbligo del riparto delle spese secondo quanto stabilito dalla norma UNI 10200.

  • Il Decreto riguarda tutti gli impianti centralizzati esistenti
  • Obbligo di contabilizzazione e fatturazione individuale dei consumi per riscaldamento, acqua calda sanitaria e raffrescamento entro e non oltre il 31 dicembre 2016
  • Obbligo di riferimento ai consumi effettivi (non sono ammessi coefficienti correttivi)
  • Obbligo di esecuzione della ripartizione in conformità alla norma UNI 10200.
    Sono sanzionabili anche tutti coloro i quali ripartiscono i costi in maniera difforme.

DLGS n. 102 del 4 luglio 2014 + DECRETO LEGGE del 12 settembre 2014 n.133 “Sblocca Italia”

 

Art.9 – Comma 5:

a) qualora il riscaldamento, il raffreddamento o la fornitura di acqua calda per un edificio siano effettuati da una rete di teleriscaldamento o da un

sistema di fornitura centralizzato che alimenta una pluralità di edifici, è obbligatoria entro il 31 dicembre 2016 l'installazione da parte delle

imprese di fornitura del servizio di un contatore di fornitura di calore in corrispondenza dello scambiatore di calore collegato alla rete o del punto

di fornitura;

 

b) nei condomini e negli edifici polifunzionali riforniti da una fonte di riscaldamento o raffreddamento centralizzata o da una rete di

teleriscaldamento o da un sistema di fornitura centralizzato che alimenta una pluralità di edifici, è obbligatoria l'installazione entro il 31 dicembre

2016 da parte delle imprese di fornitura del servizio di contatori individuali per misurare l'effettivo consumo di calore o di raffreddamento

o di acqua calda per ciascuna unità immobiliare, nella misura in cui sia tecnicamente possibile, efficiente in termini di costi e proporzionato rispetto ai risparmi energetici potenziali. L'efficienza in termini di costi può essere valutata con riferimento alla metodologia indicata nella

norma UNI EN 15459. Eventuali casi di impossibilità tecnica alla installazione dei suddetti sistemi di contabilizzazione devono essere

riportati in apposita relazione tecnica del progettista o del tecnico abilitato;

 

c) nei casi in cui l'uso di contatori individuali non sia tecnicamente possibile o non sia efficiente in termini di costi, per la misura del riscaldamento si ricorre all'installazione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore individuali per misurare il consumo di calore in corrispondenza a ciascun radiatore posto all'interno delle unità immobiliari dei condomini o degli edifici polifunzionali, secondo quanto previsto secondo quanto previsto dalle norme tecniche vigenti, con esclusione di quelli situati negli spazi comuni degli edifici, salvo che l'installazione di tali sistemi risulti essere non efficiente in termini di costi con riferimento alla metodologia indicata nella norma UNI EN 15459. In tali casi sono presi in considerazione metodi alternativi efficienti in termini di costi per la misurazione del consumo di calore. Il cliente finale può affidare la gestione del servizio di termoregolazione e contabilizzazione del calore ad altro operatore diverso dall'impresa di fornitura, secondo modalità stabilite dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, ferma restando la necessità di garantire la continuità nella misurazione del dato;

 

Come ripartire i consumi

“… l’importo complessivo deve essere suddiviso in relazione agli effettivi prelievi volontari ed involontari di energia termica utile e ai costi generali per la manutenzione dell’impianto decondo quanto previsto dalla norma tecnica UNI 10200.”

 

Le sanzioni

Ar.t 16 comma 7

 

  • L’esercente l’attività di misura che non fornisce ai clienti finali i contatori individuali … sanzione da 500 a 2.500€ per ciascuna omissione;
  • L’impresa di fornitura del servizio di energia termica che non ottempera agli obblighi di installazione dei contatori individuali entro il termine previsto … sanzione amministrativa da 500 a 2.500€
  • Il condominio e il cliente finale che non provvedono ad installare i sistemi di termoregolazione e contabilizzazione individuali … sono soggetti, ciascuno, alla sanzione da 500 a 2.500€.
  • Sono previste sanzioni a tutela del consumatore finale da 500 a 2500€

 

Le sanzioni sono irrogate a seconda del comma di riferimento da:

  • Regioni
  • Ministero dello Sviluppo Economico
  • Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico

 

Chi monitora

Il ministero dello Sviluppo economico a partire dal 2014 approva e trasmette alla Commissione Europea il PAEE (Piano Azione Efficienza Energetica) comprendente:

  • Misure per il miglioramento dell’efficienza energetica
  • Risparmi conseguiti ed attesi
  • Stime sul consumo di energia previsto al 2020

 

Sempre il Ministero dello Sviluppo trasmette alla Commissione Europea una relazione annuale sui progressi realizzati.

© 2015 Save Energy S.r.l. a socio unico - Sede Legale - Via Della Burrona, 51 - 20090 - Vimodrone - Milano -

Codice Fiscale e Partita IVA n.10014440019 coincide con numero R. Imprese di TO